Naturopatia e Dintorni

Una piccola pausa….

20131023-144246.jpg

Una piccola pausa…dal nome Nicola!

Il mio ultimo post risale ad Aprile 2012…ed ancora nn sapevo che da li a poco sarei diventata mamma…l’unica cosa che sapevo era che avevo tanta voglia di natura, di passeggiate, di buon cibo, di armonia e che stare davanti il pc mi faceva venire un gran mal di testa…è così mi sono assecondata.

Astinenza dal computer quasi totale…con un po’ di dispiacere per il mio blog, bisogna ascoltare il proprio corpo,no?!

Mi sono presa una bella pausa ed è stata un esperienza arricchente,mi sono concessa di vivere pienamente e senza riserve la mia gravidanza, i continui cambiamenti che avvenivano dentro di me e fuori me, senza interferenze. Ho trascorso le mie giornate nella natura, in montagna…mi sono goduta il sole, gli alberi, il contatto con la terra, l’energia dell’estate, i cieli stellati, le lune ed il mare.

Ho riscoperto Madre Natura e mi sono sentita parte di essa, parte del creato, creatrice io stessa.

Gravidanza e parto sono state per me esperienze positive, cariche di vita, energia ed amore e mi auguro che ogni donna che sta per diventare madre possa godere nel proprio intimo di questa esperienza con tutti i suoi momenti più o meno facili, più o meno difficili.

Credo sia un continuo crescere nella scala della vita, ogni giorno in tandem, sperimentando il miracolo della vita che cresce dentro di te….ed ovviamente una volta nato anche fuori, con i suoi progressi, i suoi sorrisi, i suoi babàba mamama, tatata, i primi capitomboli, le sue gioiose risate…

Ed Adesso con consapevolezza aumentata, molti altri argomenti da condividere, qualche chilo in più, un pò di tempo in meno, é ora di infoltire il mio blog con nuovi post che spero, a loro volta, possano arricchire chi li legga!!

Buona vita a tutti 😃

Avvicinandoci alla Pasqua, in questi giorni di meditazione e silenzio, i 18 principi di Vita su cui riflettere per migliorare la propria esistenza e quella delle persone care:

  1. Tieni sempre conto del fatto che un grande amore e dei grandi risultati comportano un grande rischio.
  2. Quando perdi, non perdere la lezione.
  3. Segui sempre le 3 “R”: Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, Responsabilità per le tue azioni.
  4. Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.
  5. Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato.
  6. Non permettere che una piccola disputa danneggi una grande amicizia.
  7. Quando ti accorgi di aver commesso un errore, fai immediatamente qualcosa per correggerlo.
  8. Trascorri un po’ di tempo da solo ogni giorno.
  9. Apri le braccia al cambiamento, ma non lasciar andare i tuoi valori.
  10. Ricorda che talvolta il silenzio è la migliore risposta.
  11. Vivi una buona, onorevole vita, di modo che, quando ci ripenserai da vecchio, potrai godertela una seconda volta.
  12. Un’atmosfera amorevole nella tua casa dev’essere il fondamento della tua vita.
  13. Quando ti trovi in disaccordo con le persone a te care, affronta soltanto il problema attuale, senza tirare in ballo il passato.
  14. Condividi la tua conoscenza. E’ un modo di raggiungere l’immortalità.
  15. Sii gentile con la Terra.
  16. Almeno una volta l’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima.
  17. Ricorda che il miglior rapporto è quello in cui ci si ama di più di quanto si abbia bisogno l’uno dell’altro.
  18. Giudica il tuo successo in relazione a ciò a cui hai dovuto rinunciare per ottenerlo.

BUONA PASQUA
ed una GIOIOSA E FELICE RINASCITA A TUTTI!!

Ecco qualche ricettina presa dalla rivista “Cucina naturale” per preparsi con le proprie sante manine alcune bevande vegetali. Oggi bando alle chiacchere e passiamo subito alle golosità:

  • Bevanda profumata di riso basmati:

Ingredienti: 100 g riso basmati bianco; 1 l di acqua; 1 cucchiaio di olio di semi di girasole spremuto a freddo e biologico, 1 pizzico di sale marino. Facoltativo: 1 cucchiaio di zucchero di canna (oppure sciroppo di agave o malto di riso).

Procedimento: sciascquare il riso sotto acqua corrente e metterlo in ammollo per almeno 12 ore; passato il tempo scolarlo e versarlo nel frullatore insieme all’acqua, l’olio ed il sale fino a rendere il composto omogeneo; fatto ciò filtrare il tutto in un colino a maglie fittissime oppure in una tela bianca e pulita e travasare in un bottiglia di vetro. A questo punto per chi vuole addolcire, scelga il suo zucchero perchè la bevanda è pronta!

  • Bevanda all’avena e mela:

Ingredienti: 100 g di fiocchi d’avena, 1 l di acqua, 1 pizzico di sale.

Procedimento: sciacquare i fiocchi ed inserirli nel frullatore, aggiugere la mela a pezzetti, sale e frullare il tutto fino ad avere una bella purea. Versare adesso a filo l’acqua continuando a frullare. Filtrare con  un colino a maglie fitte e versare in una bottiglia di vetro.

Bevanda di miglio e nocciole:

.…qui c’è la cottura a bagnomaria nel forno quindi ci vuole un pò di tempo, ma ne vale la pena..

Ingredienti: 100 g di miglio, 1 l di acqua, 1 pizzico di sale, 50 g di nocciole pelate e tostate, 1 cucchiaio di olio di semi di girasole spremuto a freddo e biologico, 2 cucchiai di sciroppo d’agave

Procedimento: sciacquare il miglio e metterlo in ammollo per una notte in acqua fredda. Poi reperire dalla cucina 2 pentole con i manici in acciao: una più piccola con il coperchio dove va inserito il miglio scolato con aggiunta del litro d’acqua e nell’altra, più grande, mettere solo dell’acqua (per la cottura a bagnomaria nel forno). Accedere il forno a 60-65° e mettere le pentole dentro il forno riscaldato per circa 2 ore. La pentola più piccola dentro quella più grande con il suo coperchio. Quando suona il timer, fuori le pentole e fare raffreddare il tutto. Nel frattempo prendere le nocciole e frullarle fino a farle diventare farina. Prelevare il miglio raffreddato e la sua acqua di cottura e rimettere il tutto nel frullatore insieme alle nocciole fino ad ottenere un liquido omogeneo. Incorporare sale, olio e sciroppo continuando a frullare. Finalmente si può filtrare. Se risulta troppo denso si può aggiungere un pò d’acqua, è pronto !!

Consigli utili: 

  • Conservare in frigo e consumare entro 3-4 giorni, meglio in una bottiglia di vetro.
  • Evitare di scaldare troppo queste bevande.
  • Agitare prima dell’uso.
  • Leggere il post precedente :-)

Segnalo qualche link-ricettina (squisita) per chi volesse fare pratica all’uso di queste bevande come sostituti del latte:

Crespelle di ceci con funghi, spinaci e nocciole…con una bella cruditè di verdure è un pranzo!!

Budino freddo di mandorle al caffè..come dessert niente male!!

Smoothies alla frutta….buonissimo quello al lampone e banane :-) ottimo a merenda o colazione..

Buon divertimento e buon gusto a tutti :-)

Sfogliando il giornale “Cucina Naturale” ho trovato giusto tre ricettine per preparsi, con le proprie sante manine e fresche di giornata, le cosiddette bevande vegetali, più comunemente chiamate “latte” di riso, soia o di altri cereali. Ed ho pensato a pubblicare un paio di post su queste bevande, ricette comprese.

Dissetanti e profumate sono ideali per la colazione o la merenda, da bere semplicemente così oppure si può aggiungere del cacao o del caffè solubile, possono essere usate per sostituire il latte di vaccino e farne dei frullati insieme a qualche frutto, dei budini e poi viva la fantasia! Chi è intollerante al lattosio conoscerà sicuramente tutte le possibili ricette per la besciamella, la crema e via dicendo..se vuol condividere…..grazie :-)

Il mercato ne offre diversi tipi con più o meno aggiunte: sia per dare aroma e sapore (al cacao, alla vaniglia..) sia di tipo nutrizionale (vitamine, calcio…). Personalmente preferisco gustarle senza aggiunta nè di calcio nè di vitamine D  meglio al naturale.

Le più conosciute sono la bevanda di riso, di mandorla, di soia ma ce ne sono tante altre: avena, miglio, farro, quinoa, nocciola. Comune denominatore è il potere saziante e dissetante, la leggerezza, la digeribilità, l’aroma gradevole. Inoltre sono privi di colesterolo, di lattosio e contengono zuccheri a lento rilascio come destrosio e maltosio, derivati dalla fermentazione del cereale. Sale e olio sono aggiunti per arrotondire il gusto e probabilamente anche perchè sono corservanti naturali. Il sale è solitamente integrale e contine quindi oligoelementi necessari alle funzioni fisiologiche ed l’olio di girasole è ricco in grassi polinsaturi, quindi fanno bene per esempio al cuore ed al sistema nervoso.

Giusto qualche notizia sulle caratteristiche:

Quinoa: privo di glutine è ben digeribile e fornita di fibre, vitamine del gruppo B, minerali (calcio, ferro, fosforo). Ha un buon tenore di grassi insaturi. La bevanda ha profumo di cereale lievemente tostato, gusto dolce, gradevole e delicato che ricorda il cereale d’origine. Si presta per le preparazioni dolci e non salate.

Farro: tra i cereali più ricchi di proteine. Contiene ferro, calcio, vitamine del gruppo B e buone percentuali di grassi. A differenza del frumento, con cui è strettamente imparentato, ha glutine in quantità minore e risulta più digeribile. La bevanda ha odore e gusto gradevoli, simili a quelli del kamut ma lievemente più rustici.

Avena: è la più energetica dei cereali, ricca di lipidi e proteine. Contiene  fibre, oligoelementi, vitamine del gruppo B e sali minerali (fosforo, zolfo, magnesio). La bevanda ha profumo dolce e delicato, sapore abbastanza spiccato ma gradevole. La bevanda d’avena è più adatta alla preparazione di salse o besciamelle ma non stonerebbe nemmeno come base per un dolce.                                                                                            

Kamut: particolarmente proteico, il kamut ha un profilo nutrizionale affine a quello di farro e frumento. La bevanda ha colore simile al latte, profumo leggero, gusto dolce gradevole.

Miglio: nutriente e rivitalizzante, il miglio è un cereale privo di glutine, indicato contro la stanchezza fisica e mentale. Vanta un buon contenuto di vitamine, rappresentato soprattutto dalla A e da quelle del gruppo B; fornisce inoltre ferro e altri minerali, acido salicilico, grassi. La bevanda ha il colore del latte e un profumo gradevole, l’aroma dolce e delicato del cereale d’origine.

Riso: il cereale integrale contiene poche proteine, che hanno però un buon valore alimentare. Privo di glutine e lassativo, fornisce vitamine del gruppo B. Di colore lattiginoso, la bevanda ha odore gradevole e sapore delicato, un po’ amidaceo.

Mandorle: ovviamente non fanno parte dei cereali, sono bensì semi oleosi che si prestano bene a preparare la famosa bevanda che risulta profumata e molto salutare. All’interno dei semi del mandorlo abbondano anche alcune vitamine (B2- riboflavina e la vit. E), insieme a numerosi sali minerali (manganese, magnesio, calcio, rame e fosforo). Anche l’elevato apporto proteico contribuisce a rendere la mandorla un alimento di prim’ordine, digeribile e molto energetico. La bevanda risulta densa, dolciastra, dissetante e veramente buona. Ottima d’estate servita fredda…mmmm!

E per finire qualche consiglio utile: una volta aperti i brik o una volta fatte le bevande in casa, vanno consumate in pochi giorni; meglio sempre agitare la bevanda prima di servirla (per miscelare bene la parte più “acquosa”  e quella oleosa; come ogni cosa, non abusarne!!Da tenere in considerazione che sono ricchi in glucidi.

Ed al prossimo post le ricette!!

È ora di svegliarci, liberarci dalla pesantezza del sonno invernale e di prepararci all’energia frizzante della primavera. Dopo il riposo invernale il corpo si rimette in moto e per farlo al meglio ha bisogno di disintossicarsi dalle riserve e dalle tossine in esubero. La primavera è infatti il tempo della rinascita, sia della natura che dell’organismo.La natura dopo i mesi freddi ed invernali si prepara alla vita nuova, tutto rinasce, la natura germoglia per godere della luce primaverile che porterà a mano a mano a maturare i dolci frutti dell’estate.

In questo periodo della natura molti cambiamenti avvengono nel nostro organismo, che inizia letteralmente a ripulirsi in attesa della calda stagione estiva.

Questa depurazione primaverile secondo la medicina cinese è controllata in particolar modo dal nostro fegato, responsabile del mantenimento e dell’equilibrio armonico del sangue.

Il fegato necessita di tempo e tranquillità per svolgere al meglio le sue funzioni. Se viene continuamente sovraccaricato con cibi pesanti, stress, emozioni (rabbia, frustrazione) si ritarderà il processo di depurazione e la conseguenza saranno disagi quali stanchezza, sfoghi cutanei, febbriciattole, manifestazioni allergiche (dalle riniti alle allergie vere e proprie) e mancanza di energia. In questo periodo varrebbe la pena sperimentare il cambiamento. È  la natura che lo chiama e lo scandisce ed è bene assecondare questa nostra esigenza di rinnovarci fisicamente, mentalmente ed emozionalmente.

La primavera è il periodo dell’anno che offre le opportunità più vantaggiose per migliorare la propria salute e purificare l’organismo: una tranquilla attività fisica che facilita la traspirazione, passeggiate nella natura, un alimentazione più sana e leggera per alleggerire intestino e fegato dalle tossine, qualche integrazione con le tinture madri disintossicanti e drenanti,  qualche bagno caldo seguito da spugnature fredde e massaggi profumati con oli essenziali depurativi ed energizzanti, alternati a momenti di rilassamento e contemplazione. Da dove iniziare?
………..dalle cose più semplici e naturali:
  • ridurre il consumo di tutte quelle calorie  “vuote” ovvero povere di veri nutrienti, come tutti quei cibi  preparati con farine e zuccheri raffinati (pasta bianca, riso brillato, merendine e dolci industriali, caramelle e cioccolatini), succhi di frutta industriali compresi e sostituirli con l’alternativa semiintegrali o integrali (zucchero e sale compreso);
  • fare snack sani come un frutto di stagione o qualche noce, mandorla od un dolcetto fatto in casa con farine integrali e mielo o sciroppo d’acero;
  • ridurre l’uso di insaccati e formaggi grassi e super stagionati;
  • utilizzare i cibi di stagione*..la natura ci fornisce i giusti ortaggi e le giuste erbe per disintossicarsi;
  • meno aperitivi e cene comprensieve di antipasto, primo, secondo, contorno, dolce ed amaro…
  • non abusare e non rimanere affamati;
  • bere circa 2 litri di acqua al giorno: poca ai pasti, ed abbondante fuori;
  •  masticare e non ingurgitare il cibo;
  • … leggere il mio post “10 REGOLE PER MANGIARE MALE”

* Ortaggi di Marzo (asparagi, bietole, carciofi, cicorie,spinaci) Aprile (come marzo ed in più fave, finocchi, insalate, ravanelli, rucola) per esempio.

….e  con qualche abitudini sane:
  • non sostare sul divano subito dopo i pasti;
  • inserire almeno 3 ore a settimana di attività fisica, meglio se nella natura..le passeggiate vanno benissimo!!
  • durante i pasti non guardare la televisione e condividere questo momento con i propri cari o con se stessi serenamente;
  • …evitare di prendersi troppo sul serio e vivere con serenità la quotidianità!

…..di cose da dire ce ne sono veramente tante,  al momento mi fermo qui. Chi vuole informazioni maggiori,  chi vuole iniziare un percorso di depurazione e drenaggio in questo momento così speciale dell’anno,  chi ha voglia di scrivere un commento…. lo faccia pure attraverso il blog o mi contatti telefonicamente! Namaste!


LA FRASE DEL GIORNO

“Il genio è la capacità di mettere in pratica ciò che hai in mente.
Non c’è altra definizione del genio”
Francis Scott Fitzgerald
da “L’età del jazz”

Un pensiero sulla paura:

Tutti abbiamo trascorso momenti, attimi, mesi nella paura..ma alla fine cos’è??..è un attimo nel nostro viaggio della vita che serve per farci predere coscienza della nostra forza, del nostro valore, delle nostre risorse interiori, del nostro coraggio..ricordiamoci che la parola coraggio deriva da CUORE…….buon emozione e buona crescita a tutti!!

Tag Cloud

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.